IUC

 

I.U.C. (IMPOSTA UNICA COMUNALE)

ANNO 2016

 

IMU/TASI  Le novità introdotte dalla legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015,  n. 208).
 
TASI: abolizione della  TASI  sull’abitazione  principale  e  relative pertinenze, ad eccezione delle  unità  immobiliari classificate        nelle  categorie   catastali    A/1,  A/8  e  A/9  (art. 1, comma 14, lett. a) e  b)).   L’abolizione   riguarda  anche  gli immobili    assimilati  ad   abitazione  principale  per  legge  e  per  regolamento.  E’ stata  eliminata  per  i  Comuni  la possibilità di assimilazione ad abitazione principale per gli immobili concessi in comodato (art. 1, comma 10, lett. a).

 

IMU: riduzione della base imponibile del 50% per le  unità  immobiliari, fatta  eccezione  per quelle classificate nelle  categorie    catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in  comodato dal soggetto passivo ai  parenti in  linea retta entro il primo grado che  le    utilizzano come abitazione  principale, a condizione che il  contratto sia registrato e  che  il  comodante possieda un solo immobile in Italia  e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello  stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all’immobile  concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione  principale,  ad  eccezione delle unità abitative classificate nelle  categorie catastali A/1, A/8 e A/9. Il comodante, entro il 30 giugno  dell’anno 2017, deve presentare la dichiarazione IMU per attestare il possesso dei suddetti requisiti (art. 1, comma 10, lett. b)). 

 
Il Ministero delle Finanze con risoluzione n. 1/DF ha precisato che la disposizione sopra citata si  colloca nell’ambito delle agevolazioni  riconosciute per gli immobili ad uso abitativo e, dunque, laddove la norma richiama in maniera generica il concetto di immobile, la stessa deve intendersi riferita all’immobile di uso abitativo.
Pertanto, il possesso di un altro immobile che non sia destinato ad uso abitativo non impedisce il riconoscimento dell’agevolazione.
Le stesse considerazioni valgono anche per il possesso delle pertinenze: nel  caso  in  cui venga concesso in  comodato l’immobile unitamente alla pertinenza a  quest’ultima  si  applica  la  stessa  agevolazione  dell’abitazione  però  nei  limiti     fissati  dal  comma  2  dell’art. 13   del D.L.  n. 201/2011, in  base  al  quale  per  pertinenze  dell’abitazione  principale  si     intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella  misura  massima  di  un’unità      pertinenziale per ciascuna delle categorie indicate,  anche  se iscritte  in  catasto  unitamente  all’unità  ad  uso  abitativo.
Relativamente alla registrazione del contratto, richiesta espressamente dalla legge di  stabilità  2016, viene  chiarito  che qualora il contratto di comodato sia redatto in forma scritta, lo stesso è soggetto, oltre all’imposta di bollo,a registrazione  in termine fisso, con l’applicazione dell’imposta di registro in misura fissa pari a 200 euro. La  registrazione deve essere effettuata entro 20 giorni dalla data dell’atto, a norma dell’art. 13 del D.P.R- n. 131 del 1986.
 Per quanto concerne i contratti verbali ai soli fini dell’applicazione dell’agevolazione ai fini IMU la relativa registrazione può essere effettuata  previa  esclusiva  presentazione  all’Agenzia  delle Entrate del modello di richiesta di registrazione (modello 69) in duplice copia  in  cui, come  tipologia  dell’atto,  deve  essere  indicato “Contratto verbale di  comodato”. Anche per i contratti verbali occorre avere riguardo alla data di conclusione del contratto, ai fini della decorrenza  dell’agevolazione.

 

 

  

CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 5 IN DATA 24.07.2014 E N. 58 IN DATA 22.05.2015, ESECUTIVE AI SENSI DI LEGGE, E' STATO APPROVATO/MODIFICATO IL REGOLAMENTO COMUNALE UNICO DISCIPLINANTE L'IMPOSTA UNICA COMUNALE.

 

 

I.M.U.


 

L'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA, se dovuta, è calcolata e versata direttamente dai possessori di immobili, sulla base della rendita catastale o del valore dell'area edificabile, entro il 16 GIUGNO 2016 (ACCONTO) e il 16 DICEMBRE 2016 (SALDO). Si ricorda che l'IMU non si applica sull'abitazione principale e pertinenze (Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo) ad eccezione dell'abitazione principale iscritta nella categoria catastale A/8 e relative pertinenze.

 

Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 83 in data 19.12.2015, esecutiva ai sensi di legge, sono state deliberate le seguenti aliquote applicabili per l'anno 2016:

 

ALIQUOTE

MISURA

Base

10,0 per mille

Abitazione principale (Cat. A/1, A/8, A/9 e pertinenze)

5,5 per mille

Fabbricati strumentali all’esercizio delle attività agricole e terreni agricoli

ESENTI

 

   Si fa presente che, ai sensi del vigente regolamento IUC, è assimilata all'abitazione principale l'unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata. Per tale tipologia di immobile, pertanto, non è dovuta l'imposta a meno che la stessa risulta accatastata nelle categorie A/1, A/8 e A/9.

 

 

La vigente normativa in materia considera abitazioni principali anche:

 

  1. a.le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, ivi incluse le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica;
  2. b.i fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture 22 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2008;
  3. c.la casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
  4. d.un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica.

 

 

 

   Inoltre, come introdotto dalla L. 23.05.2014 n. 80, di conversione del D.L. n. 47/2014, “a partire dall'anno 2015 è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso”.

 

 

 

   A tali agevolazioni si aggiunge quanto indicato in premessa in relazione alle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 in materia di riduzione della base imponibile del 50% per le  unità  immobiliari, fatta  eccezione  per quelle classificate nelle  categorie    catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in  comodato dal soggetto passivo ai  parenti in  linea retta entro il primo grado che  le    utilizzano come abitazione  principale.

 

   Con l'articolo 32 del Regolamento IUC sono stati approvati i seguenti valori per la determinazione ed il versamento dell'imposta sulle aree edificabili:

ZONA URBANISTICA COME DEFINITA DAL VIGENTE P.G.T.

VALORE VENALE AL MQ.

TUC/BR1 – AMBITI RESIDENZIALI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO COMPLETAMENTE EDIFICATI

€ 33,00

TUC/BR2 – AMBITI RESIDENZIALI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO PREVALENTEMENTE E/O PERZIALMENTE EDIFICATO

€ 33,00

TUC/BR3 - AMBITI RESIDENZIALI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO DI IMPIANTO UNITARIO DEFINITO

€ 33,00

TUC/BP1 – AMBITI PRODUTTIVI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO PREVALENTEMENTE E/O PARZIALMENTE EDIFICATI

€ 27,00

AT/R1 – AMBITI DI TRASFORMAZIONE RESIDENZIALE

€ 30,00

AT/R1 – AMBITI DI TRASFORMAZIONE PRODUTTIVA

€ 23,00

 

 

 

-          MODALITA’ DI VERSAMENTO DELL’IMPOSTA

 

   Il versamento dell’imposta è da effettuarsi mediante modello F24 nonché tramite apposito bollettino postale, come segue:

 

- per effetto della sopressione della riserva dello Stato l'intero importo dell'IMU va versato al Comune di Valgoglio (Codice catastale L579) ad eccezione dell'IMU relativa ai fabbricati di categoria D che va versata allo Stato (aliquota 0,76%) e la restante parte (0,24%) al Comune di Valgoglio;

 

 

- l'importo da versare deve essere arrotondato all'euro per difetto per importi fino a 49 centesimi ovvero, per eccesso, oltre tale importo. L'arrotondamento deve essere effettuato in relazione ad ogni rigo del Mod F24 utilizzato.

 

- l'importo minimo annuo da versare è pari ad euro 5,00.

 

CODICI DA UTILIZZARE PER IL VERSAMENTO DELL’IMPOSTA

 

Il codice catastale del COMUNE DI VALGOGLIO è L579.

 

I codici tributo utili alla compilazione del modello sono i seguenti:

 

3912 IMU – imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze categoria A8 e pertinenze – COMUNE

 

3916 IMU - imposta municipale propria per le aree fabbricabili – COMUNE

 

3918 IMU - imposta municipale propria per gli altri fabbricati – COMUNE

 

3925 IMU - imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - STATO

 

3930 IMU - imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - INCREMENTO COMUNE

 

   Per il calcolo e la stampa del modello di versamento potrà essere utilizzato l'applicativo messo a disposizione sul sito comunale www.comune.valgoglio.bg.it

 

imu-prima-casa-calcolo-2012-anteprima-600x312-5985461

 

 

C A L C O L A  I M U

 

 

TASI

 

   Il tributo sui servizi indivisibili è calcolato e versato tramite modello F24, direttamente dai possessori e dagli occupanti degli immobili (ivi compresa l'abitazione principale), sulla base della rendita catastale o del valore delle aree edificabili.

 

   Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 83 in data 19.12.2015, esecutiva ai sensi di legge, sono state azzerate le aliquote di base della TASI, PERTANTO, PER L'ANNO 2016, PER NESSUNA TIPOLOGIA DI IMMOBILI E' DOVUTA L'IMPOSTA. 

 

TARI

 

   La tassa rifiuti, è dovuta da chiunque possieda o detenga locali, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti. E' calcolata ed inviata direttamente dal Comune . Il pagamento si effettua tramite modello F24 entro le scadenze fissate dal Comune.

 

   Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 82 in data 19.12.2015, esecutiva ai sensi di legge, sono state stabilite le aliquota TARI in vigore per l'anno 2016. Gli importo dovuti, con i relativi modelli F24 per procedere al pagamento, verranno inviati direttamente dal Comune all'indirizzo di residenza dei contribuenti in tempo utile per procedere al pagamento entro le date di scadenza fissate, per l'anno 2016, come segue: 1^ RATA 31.07.2016 - 2^ RATA 31.10.2016 - UNICA RATA 31.07.2016.

 

 

   PER ULTERIORI INFORMAZIONI E' POSSIBILE CONTATTATE L'UFFICIO TRIBUTI COMUNALI (TEL. N. 0346/41053 - E-MAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

-        

 

 

 

 

 

 

 

 

 



I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati .

Accetto i cookies di questo sito.